Diario

Quando si impara ad essere quieti e semplici, privi di tormenti, l’energia ancestrale si conforma spontaneamente a ciò, producendo una
Shugyō: autodisciplina, pratica ascetica, corretto comportamento. Shu 修 (執) condurre se stessi, studio. Gyō 行 pratica, esercizio, comportamento. Riteniamo che
Ki no en 気の円 vuol dire “continuità del ki 気”, cioè dello spirito, dell’attenzione; vuol dire PRESENZA, ossia connessione (setsuzoku
KATSU KAISHU, IL GUERRIERO DISARMATO «Ho l’abitudine di tenere la spada così stretta nel fodero che anche volendo non la
鞘の内 Saya no uchi: dentro il fodero, è l’abbreviazione di saya no uchi de katsu 鞘の内で勝つ oppure saya no uchi
Molto prezioso per il praticante di I-AI Di notte, nel silenzio della capanna, suona l'arpa che non ha corde. La
狂氣道 LA VIA DELLA FOLLIA Viviamo tempi folli, per salvarsi dai quali l’unica Via è quella della … follia. Salvarsi
Il praticante di I-AI diventerà provetto in quanto segue. Niente da fare: questa la Suprema Verità e la Disciplina. È
IL PERNO – IL PUNTO ESSENZIALE 要 Le persone che sono eccessivamente preoccupate o preoccupate per un certo elemento di
Roma, 11 ottobre 2020 15° Memoriale del Dr. Placido Procesi   39° della Scuola e 12° della Tai-A no Kai °Quella
秋津​島 - 勝虫 Akitsu 秋​津 è un termine giapponese arcaico che significa libellula (attualmente chiamata tonbo). Nell’etica dei samurai la libellula
In occasione di una riunione della Butokukai … Subito dopo la guerra nacque a Tokyo la Zen Nippon Kendo Renmei