Un’istruttiva testimonianza

Il maestro Omori Masao (1911-2006)

«Qualche giorno fa tornavo a casa dopo l’allenamento assieme a due studenti del gruppo dello iai dell’università di Kobe. Uno dei due studenti quest’anno per la prima volta è andato ad assistere al Kyoto Taikai e ancora l’impressione era forte. “Il maestro Omori di Kyoto è stato straordinario! I movimenti fluidi, senza fratture!”.

Anch’io quest’anno sono andato a vedere il Taikai, ed anche quest’anno sono rimasto affascinato dall’enbu del maestro Omori: più di novant’anni, uno dei maestri leggendari di eishin ryu, si dice di lui che da giovane riuscisse a rinfoderare direttamente nella saya, senza appoggiare la spada alla mano sinistra. Il suo enbu sembra un’immagine come nei sogni, in assenza di gravità, il maestro si muove leggero, fluido, senza attrito, seguendo un ritmo di puro gioco. La didascalia della foto, presa da Kendo Jidai, dice: “Lo sguardo all’avversario caduto rivela l’amore compassionevole nei suoi confronti”».

da kendo-cik.it (testimone e anno sconosciuti)