Significati di «IAI-DŌ»

合道

Dal dizionario “KAN WA DAIJITEN”

edito da “TACHIKAWA BUNMEIDO”

15 agosto 1924 – 18a ristampa

I – si legge anche “KYO” e “KO”. (insieme a hiragana NI si legge NI ITE –  stai a; si può leggere ITA e ITU ndc).

1. SUMAI – abitare; IE – casa.

2. TOKORO – un posto; IDOKORO – dov’è il posto, proprio quel luogo.

3. ZA – posto per sedere, catacomba.

4. IRU – c’è qui (riferito a persona); ORU – c’è qui.

    a. SUMU – abitare, vivere con; OCHITSUKU – comodo dove si è     seduti; ANZU – tranquillità.

    b. SUWARU – sedere.                       

   c. SHIMU – spazio per sedere o stare comodo.

   d. UCHINI TODO MARU – fermo all’interno del cerchio.

    e. MUKAN – persona che non ricerca un riconoscimento ufficiale per la propria attività (ronin).

5. WORASHIMU –  deve stare lì una certa cosa.

6. YAMU, TODOMARU – fermo.

7. TSUMU – uno sopra l’altro (impilato); TAKIWAN – risparmiare, mettere da parte.

8. INAGARA, SONOMAMANITE – deve stare immobile; MUNASHIKU – vuoto spiritualmente, perché mancante.

AI – si legge anche “GOO” o “KOO”.

1. HAIGU – comando.

2. HAKO – scatola, recipiente aperto (per contenere).

3. GŌ – misura per il volume.

4. AI – incontro; AU – incontro; BASHO – dove (ci si )incontra.

5. TOO – fare centro nell’incontro.

6. AU – misura giusta.

    a. ONAGI TAGAWASU – misura giusta.

    b. KOTAU – rispondere.

    c. TABUKU – comandare e preoccuparsi di come stanno gli altri; MAGIWARU – completa unione.

    d. YAWARAGU – ammorbidire, riappacificare, portare via le tensioni.

    e. KAISU – andarsi incontro.

    f. KASAWARU – uno sopra l’altro.

    g. TOZU – chiuso, chiudere; MUSUBORU – annodare; KORU – agghiacciare.

    h. ATSUMARU – unire.

    i. TSUKU – arrivare.

7. AWASU – prodigarsi per far unire due cose o persone.

道 DŌ

1. MICHI – strada.

   a. TSUKŌ NO GAI DŌ – luogo di passaggio.

    b. RIKO NO GIRI – rispetto, sottomissione, giustizia, dovere, obbedienza (attuare la giustizia); FUKO NO HO – metodo di mettere, maniera, modo.

    c. IORUTOKORO, ERUTOKORO – luogo di passaggio (per ricevere).

    d. SAIGEI – talento; GIJUTSU – tecnica.

    e. IKUKOTO, ERUKOTO – movimento dell’andare o del passare.

    f. GAKUMON, KYOGI – la porta della scienza.

    g. GENRI NO MYOYO – pieni di buoni ideali.

    h. SUJI – linea, riga; KANJŌ – penetrare, andare dritto avanti, rettifilo (di strada). N.B.: il kanji di “KAN” è lo stesso che compare nel sogno di Katayama Isayasu, fondatore di Hōki ryu.

    i. MUKI, HŌMEN – direzione, settore (prescelti).

2. DŌ – si usa per indicare il nome di un paese geografico (HOKKAIDŌ).

3. RŌSHI – tipo di scienza (cinese).

4. SHITAGAU, JUN – seguire.

5. MICHIBIKU – accompagnare, guida, consigliere.

6. OSAMU – imparare.